PSICOMOTRICITA’

 

LA PSICOMOTRICITA’ E’ UNA DISCIPLINA FINALIZZATA A SUPPORTARE I PROCESSI DI SVILUPPO DELLA PERSONA, VALORIZZA E CONSIDERA IL BAMBINO, L’ADOLESCENTE E L’ADULTO COME ESSERE DI GLOBALITA’, CHE MANIFESTA E REALIZZA SE STESSO ATTRAVERSO LA PIENEZZA DELLA PROPRIA AZIONE: NELL’USO DELLO SPAZIO E DEGLI OGGETTI, NELL’ INTERAZIONE CON L’ALTRO E NELLA CAPACITA’ DI RAPPRESENTARSI ATTRAVERSO IL MOVIMENTO, LA PAROLA E IL GIOCO.

 

IN QUEST’OTTICA LA PSICOMOTRICITA’ SI CONFIGURA COME DISCIPLINA MULTIFORME, PERCHE’ FACILMENTE APPLICABILE IN DIVERRSI AMBITI DI INTERVENTO: PREVENTIVO, EDUCATIVO E RIEDUCATIVO.

LA PSICOMOTRICITA’ IN SALA VIENE REALIZZATA IN SESSIONI INDIVIDUALI E DI PICCOLO GRUPPO E IN ABBINAMENTO COME ATTIVITA’ INTEGRATIVA AD INTERVENTI ABILITATIVI E RIEDUCATIVI GIA’ IN ATTO.

 

 

ambito educativo-preventivo

laboratorio psicomotorio

 

CHE COSA SI FA?

SI IMPARA GIOCANDO INSIEME A VALORIZZARE ED ESPRIMERE LE CAPACITA’ DI CIASCUNO FAVORENDO LA RELAZIONE CON GLI ALTRI IN UNO SPAZIO LUDICO-CREATIVO PENSATO ESCLUSIVAMENTE AL BENESSERE DEL BAMBINO

A CHI E’ RIVOLTO?

A TUTTI I BAMBINI DEL SECONDO ANNO DELLA SCUOLA MATERNA E DELLA SCUOLa primaria.

 

progetto grafomotricita'

CHE COSA SI FA?

ATTRAVERSO ATTIVITA' DI MANIPOLAZIONE, MOTRICITA' FINE E PRODUZIONE GRAFICA, SI FACILITANO NEL BAMBINO L'ORGANIZZARSI DI TUTTI QUEI PREREQUISITI NECESSARI E FONDAMENTALI ALL'APPRENDIMENTO DELLA SCRITTURA. IL BAMBINO SPERIMENTA IL PROPRIO PIACERE DI LASCIARE IL SEGNO, VALORIZZA LE PROPRIE PRODUZIONI GRAFICHE, NEL PIENO RISPETTO DEI PROPRI TEMPI SOGGETTIVI. 

A CHI E' RIVOLTO?

A TUTTI I BAMBINI DELLA SCUOLA MATERNA E DEL PRIMO ANNO DELLA SCUOLA PRIMARIA. 

 

ambito rieducativo

AIUTO PSICOMOTORIO INDIVIDUALE

L’INTERVENTO SI BASA SU PROPOSTE PSICOMOTORIE MIRATE AD ACCOGLIERE E RISPONDERE AI BISOGNI SPECIFICI DEL BAMBINO, CONSIDERANDO LE SUE PECULIARI CARATTERISTICHE, A SECONDA DELLA SUa PERSONALITA’, DELLA TAPPA EVOLUTIVA CHE STA ATTRAVERSANDO, VALUTANDO I LIMITI E LE COMPLESSITA’ DOVUTE AD UN EVENTUALE SITUAZIONE DI DISAGIO E DIFFICOLTA’.

TEST PSICOMOTORI, OSSERVAZIONI MIRATE E PROGETTI INDIVIDUALIZZATI PERMETTERANNO DI OFFRIRE STRUMENTI E TECNICHE PRECISE, FINALIZZATE A RECUPERARE E REGOLARIZZARE TUTTE QUELLE LACUNE E DINAMICHE CHE NON CONSENTONO AL BAMBINO UN’EVOLUZIONE ARMONICA E IN EQUILIBRIO.

A CHI E’ RIVOLTO?

L’INTERVENTO PSICOMOTORIO INDIVIDUALE SI RIVOLGE SPECIALMENTE AI BAMBINI CHE PRESENTANO DISTURBI MINORI DEL MOVIMENTO, DISTURBI RELAZIONALI E DIFFICOLTA’ DI REGOLAZIONE EMOTIVA, AUTISMO E DISTURBI GENERALIZZATI DI SVILUPPO, DEFICIT DI ATTENZIONE, ADHD, DEPRIVAZIONI SENSORIALI, SINDROME DI DOWN E PARALISI CEREBRALI INFANTILI.

 

LA PRESA IN CARICO PREVEDE, DOVE NECESSARIO E FUNZIONALE, LA POSSIBILITA’ DI UN INTERVENTO PSICOMOTORIO INDIVIDUALE NON SOLO A TERRA MA ANCHE IN ACQUA.

RIEDUCAZIONE DEL GESTO GRAFICO

L'EDUCATORE DEL GESTO GRAFICO E' UNA FIGURA PROFESSIONALE AI SENSI DELLA LEGGE 4/2013, SPECIALIZZATA NEL RICONOSCERE E AFFRONTARE I DISAGI DELLA SCRITTURA. ATTRAVERSO UN PRIMO COLLOQUIO CON I GENITORI E UNA VALUTAZIONE GRAFOMOTORIA CHE COINVOLGERA' DIRETTAMENTE IL BAMBINO, SARANNO INDIVIDUATI IL LIVELLO GRAFOMOTORIO, RISPETTO ALL'ETA' ANAGRAFICA, ED EVENTUALI ELEMENTI DI IMMATURITA' O MALDESTREZZA, GESTI GRAFICI ERRATI CHE PRODUCONO TENSIONE, DOLORE E RIGIDITA', PENALIZZANDO NEL BAMBINO IL PIACERE DI SCRIVERE, L'ANDAMENTO SCOLASTICO, LE RELAZIONI E  la STESSA AUTOSTIMA.

IL PIANO DI RIEDUCAZIONE SARA' FINALIZZATO A POTENZIARE IL LIVELLO GRAFOMOTORIO, LAVORANDO DIRETTAMENTE SU TUTTI QUEGLI ASPETTI STRETTAMENTE CONNESSI ALLA SCRITTURA; IMPUGNATURA, POSTURA, RESPIRAZIONE CONTROLLATA E RILASSAMENTO.

IL PERCORSO PREVEDE UNA STRETTA COLLABORAZIONE TRA SPECIALISTA, FAMIGLIA, SCUOLA ED EVENTUALE E'QUIPE PEDAGOGICO.-SANITARIA COINVOLTA, CHE INSIEME COLLABORERANNO PER LA BUONA RIUSCITA DEL PROGETTO.