L'OPTOMETRISTA

 L'ESAME OPTOMETRICO

COS’È E PERCHÉ VA FATTO

 

L’optometria è la scienza della visione. Il suo obiettivo è verificare e quantificare i difetti visivi per ottenere un miglioramento della funzione visiva. Il momento centrale della visita dall’optometrista è proprio il cosiddetto “esame optometrico”. Questa particolare tipologia di controllo si compone di una serie di test visivi, effettuati in sequenza, che permettono di valutare tutte le abilità visive e la presenza di eventuali problemi funzionali. I risultati vengono raccolti nel profilo di efficienza visiva.

L’esame optometrico, è bene precisarlo, non è un atto medico.

 

Cosa può fare per te l’optometrista?         

 

Valutare e conoscere la propria efficienza visiva, così come attivarsi per migliorarla, può avere

notevoli risvolti positivi; effetti che investono numerosi aspetti della salute e della vita

quotidiana, anche apparentemente lontani: postura, apprendimento, stress, sport, ecc.

 

optometria e postura

 

Postura e vista sono strettamente connesse. La visione, come molti altri fattori, concorre al mantenimento dell’equilibrio e della corretta posizione del corpo, quindi, problemi di vista possono essere conseguenza e causa di difetti posturali. L’esame optometrico, è fortemente consigliato a coloro che soffrono di emicrania (soprattutto serale), instabilità nell’equilibrio, difficoltà di concentrazione della lettura, testa inclinata lateralmente e cervicalgia


optometria e stress visivo

 

Lavorare per molte ore al pc o comunque in visione ravvicinata richiede sforzo e concentrazione ai propri occhi questo può portare ad una perdita di efficienza del sistema visivo, che si adatta ad una fatica che non è in grado di sopportare. L’esame optometrico, quindi, è un test fondamentale per chi svolge lavori al terminale o a distanza ravvicinata, così come per gli studenti. I sintomi che devono far devono far decidere per una visita dall’optometrista sono diversi: affaticamento visivo, bruciore, offuscamento, mal di collo, sensibilità alla luce, difficoltà nella messa a fuoco, mal di testa

optometria e sport

 

                        

Anche nello sporto la visione svolge un ruolo fondamentale. Qualunque sia l’attività praticata, gli occhi hanno il compito di fornire informazioni chiave: migliorare la localizzazione degli oggetti, avere una buona visione periferica, rapidità ed efficienza nei movimenti. Prestazioni visive ottimali si traducono in prestazioni sportive migliori.

 

 POTENZIAMENTO ABILITÀ VISIVE - VISUAL TRAINING

 

Il potenziamento delle abilità visive o Visual Training è un insieme di procedure volte a migliorare le funzioni del sistema visivo. Più precisamente, l’obiettivo è quello di migliorare la collaborazione e la coordinazione tra i due occhi, costruire nuove strategie di apprendimento visivo, innalzare l’elaborazione visiva, permettendo al soggetto di svolgere la propria attività in modo preciso ed efficace. Il Visual Training può essere intrapreso da adulti e, proposto sotto forma di gioco, risulta molto efficace nei bambini. Viene consigliato non semplicemente per rafforzare i muscoli oculari, ma per trattare problemi funzionali del sistema visivo in maniera tale che il soggetto ottenga un’efficienza ed un comfort ottimale.

Fondamentale è il Visual Training nell’attività sportiva per migliorare e potenziare le abilità visuo-motorie dell’atleta come per esempio la coordinazione oculo-motoria e l’integrazione centrale e periferica, capacità che, se allenate e potenziate, possono essere indispensabili per una prestazione vincente.

 Ogni programma di potenziamento delle abilità visive deve essere progettato in modo personalizzato per soddisfare le esigenze specifiche di ogni individuo.

 Inoltre ricerche recenti hanno dimostrato che un approccio attivo come il Visual Training è un’opzione efficace nel trattamento di:

 

 · Strabismo

· Ambliopia                                                                                           

· Disfunzioni oculomotorie

· Disfunzioni binoculari                                                                    

· Disordini accomodativi

· Disordini nell’elaborazione visuo-informativa inclusa l’integrazione visuo motoria e l’integrazione con gli altri sistemi sensoriali

· Dislessia e altri DSA (Disturbi Specifici di Apprendimento)

· Problematiche neuro-visive

 

 Inizialmente si effettua un’analisi visiva specifica in cui si valuta se il Visual Training può essere il trattamento appropriato per risolvere le difficoltà visive. Sarà compito dell’Optometrista specializzato, pianificare un ciclo di esercizi di potenziamento che il soggetto dovrà eseguire sia in studio che a casa. Il numero delle sedute dipende dalla gravità delle difficoltà riscontrate durante l’analisi funzionale. Il trattamento spesso viene svolto in sinergia con altre figure professionali quali NEUROPSICHIATRA INFANTILE, NEUROPSICOMOTRICISTI, LOGOPEDISTI, OSTEOPATI, ORTODONZISTI, POSTUROLOGI, PODOLOGI.


optometria e disturbi dell'apprendimento

DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO

L’apprendimento avviene in larga misura attraverso la vista (soprattutto nei bambini), quindi, un sistema visivo efficiente è fondamentale per imparare.

 

Ma cosa significa?

 

Significa avere occhi che si muovono, si allineano e mettono a fuoco in maniera adeguata. Si consiglia, quindi, di procedere ad esame optometrico, quando il bambino manifesta problemi come la difficoltà nella lettura o nel mantenere a lungo l’attenzione, bruciore agli occhi dopo lo studio, mal di testa a fine giornata, mancanza di concentrazione, tendenza a tenere il libro molto vicino o la testa inclinata.